Esami di passaggio di cintura e gara sociale

Cari amici,

un altro anno è iniziato e le attività dell’Auxe continuano come sempre, con nuove energie e voglia di ottenere splendidi risultati.
Iniziamo l’anno con il consueto appuntamento per gli esami di passaggio di cintura, i quali si terranno presso la palestra Sport Studio di Scorzé il 28 gennaio.

Altro appuntamento importante sarà la gara sociale: la nostra associazione ha infatti da tempo deciso di promuovere l’educazione alla competizione per i più grandi e i più piccoli. A tale proposito organizziamo, ormai da anni, i consueti Mag e Big Mag. Abbiamo deciso quest’anno di riprendere a organizzare delle gare sociali, all’interno delle quali gli allievi di tutte le nostre scuole potranno conoscersi e competere insieme. L’appuntamento per questa nostra iniziativa è fissato per il giorno 7 febbraio, presso la palestra Pacinotti in via Ca’Rossa a Mestre, vicino il commissariato. Più avanti vi forniremo maggiori dettagli sugli orari.

Sono ammessi tutti i livelli, ma chiaramente è più che benvenuto chi non ha mai fatto una gara, per timore, mancanza di tempo o perché non si sentiva adeguato.
Il contesto sarà quello associativo, ma ci saranno tatami e le nostre cinture nere e istruttori faranno da arbitri.

Segnatevi quindi queste due importanti data: 28 gennaio e 7 febbraio.

Nel frattempo, continuate ad allenarvi!

Oss

Corso sulla gestione delle emozioni e goal setting.

All’interno del nostro sito abbiamo già avuto modo di parlare dell’importanza delle abilità mentali con la dott.ssa Cristina Rampin, qualche tempo fa.
Un certo tipo di psicologia nella pratica sportiva è fondamentale, e molti atleti di livello lavorano su questo aspetto con la stessa meticolosità con cui programmano la preparazione atletica. I meccanismi della mente influiscono nella vita di tutti i giorni, e in un atleta possono fare la differenza tra una preparazione buona e una volta a una prestazione d’eccellenza, in poche parole influiscono nel demarcare la linea tra vittoria e sconfitta, a volte sottilissima.

Per questa ragione l’anno scorso alcuni atleti e istruttori hanno avuto la possibilità di accedere a un corso di Mental Training tenuto dal nostro maestro Michele Surian con la collaborazione della dott.ssa Cristina Rampin.

Il curriculum di Michele Surian è noto a molti, per ricordare i punti principali possiamo dire che è laureato in Scienze Motorie, ha conseguito un Master in Psicologia dello Sport, ha pubblicato un romanzo sportivo dal titolo “La Sfida dell’eccellenza” edito da Mursia, è istruttore Coni di quarto livello e ha allenato numerosi campioni del mondo di kickboxing. Michele è stato campione europeo ed è stato per molti anni tra i migliori a livello internazionale nella nostra disciplina.
In questo periodo, in qualità di formatore, sta girando l’Italia tenendo seminari sulle abilità mentali.
L’errore più comune è quello di pensarle solo relative al settore degli sport da combattimento: un corso sulla gestione delle emozioni e il goal setting è rivolto a tutti i tipi di sport e a chi è deciso a cambiare il proprio approccio alla quotidianità, alle sfide che la vita ci presenta ogni giorno.
Domenica 13 dicembre, presso il Primhotel di via Garibaldi 115 a Oderzo, Michele terrà un seminario dal titolo “Tecniche fondamentali di goal setting e gestione delle emozioni”. E’ aperto a tutti, inizierà alle 09.00 e terminerà alle 18.00 con un’ora di pausa pranzo dalle 13.00 alle 14.00 . Vi invitiamo a contattare gli organizzatori al numero indicato nell’immagine. Potete inoltre scriverci nella nostra pagina facebook Auxe.
Oss

Mondiali Wako 2015- Luna Mendy vice campionessa del mondo

Luna Mendy vice campionessa del mondo di light contact.
Dopo il secondo posto ai campionati del mondo Junior, la nostra Luna è riuscita ad arrivare a un passo dall’oro alla sua prima esperienza mondiale in categoria senior. Brava!

La nostra squadra, presente all’edizione 2015 dei mondiali Wako in Irlanda, è riuscita a salire sul podio, mancando di poco il primo posto.
Assieme a Luna, a far parte della nazionale femminile di light contact c’erano anche Arianna Fossaluzza e Roberta Cargno, entrambe atlete con esperienza alle spalle. Purtroppo però, nonotante una grande dedizione alla preparazione in vista del mondiale, non sono riuscite a superare la soglia dei quarti di finale.
Tutte e tre le nostre atlete però sono riuscite a dimostrare uno splendido spessore atletico, tenendo alta l’immagine e i valori in cui crediamo.
Hanno lottato fino all’ultimo, affrontando le difficoltà con coraggio.
Il light contact è una disciplina che sta crescendo, sia a livello di qualità che quantità di atleti praticanti, e noi abbiamo il piacere e il privelegio di annoverare tra el nostre fila numerosi campioni.
Ci teniamo a complimentarci anche con gli altri atleti che hanno fatto parte della nazionale per i risultati conseguiti, portando l’Italia al terzo posto come medagliere nel light.
Una nota di merito va alle altre donne della nazionale di light, Francesca Barison, Cristiana Fiorin, Giulia Compagno. Le ultime due hanno conquistato una splendida medaglia d’argento, ma tutte hanno comunque dato prova di coraggio e voglia di vincere, mostrando doti tecniche straordinarie.
Una menzione d’onore la merita di sicuro anche Cristina Caruso, che dopo una splendida stagione piena di vittorie conquista anche un terzo posto al mondiale nella specialità del contatto pieno.
L’Auxe è stata una bella parte di questa nazionale di light, e le nostre atlete che non sono riuscite a conquistare un posto sul podio sono pronte a ripartire, motivate e cariche.
Ed è una splendida vittoria.

Ultime news e regolamento gare Fikmbs

Questo fine settimana si è tenuto l’absolute Beginner, la gara dedicata ai principianti e alle nostre nuove leve.
La mattina i più piccoli si sono cimentati nel Big Mag, mentre nel pomeriggio è stata la volta dei nostri atleti e delle nostre atlete. Molti di loro hanno provato per la prima volta l’emozione della competizione, di salire sul tatami con degli arbitri, un avversario davanti che non conoscevano e il coach alle spalle a dare indicazioni sulla tattica. A tutti coloro che hanno avuto il coraggio e la voglia di iniziare una nuova avventura va il nostro applauso.
Contemporaneamente, dagli Stati Uniti, due nostre atlete con esperienza a livello internazionale di gare facevano ritorno in Italia dopo un’entusiasmante trasferta americana.
Si tratta di Giada Semenzato e Marta Novello. La prima è riuscita ad accedere alla semifinale con una grande prestazione contro un’atleta americana, dando molto filo da torcere e mettendo a segno colpi importanti.
Marta ha combattuto nel point fight e ha partecipato anche nei kata, mostrando un miglioramento tecnico eccezionale in questo ultimo periodo, frutto di un duro lavoro e della supervisione della nostra istruttrice e campionessa Marisa Miele.

Il 21 novembre, parte della nostra squadra agonisti partirà per i campionati del mondo Wako a Dublino.
La nazionale light femminile quest’anno parla veneto, e nel team la presenza Auxe è numerosa. Un grosso in bocca al lupo alle nostre ragazze!

Come abbiamo già avuto modo di dire, la nostra scuola promuove e incentiva l’educazione alla competizione.
Parte di questa educazione passa attraverso il rispetto di un regolamento per le gare.

Invitiamo quindi tutte le atlete e gli atleti a leggere attentamente il regolamento Fikmbs.

Lo alleghiamo qui Regolamento Semi, Light, Kick Light e Musical Forms – agg.to Dic. 2011

Gaia Visentin vince agli Slovenia Open!

La nostra Gaia fa incetta di medaglie agli Slovenia Open conquistando il primo posto nella categoria dei -55 cadets point e light, primo posto anche tra i senior del point, terza nel Grand Champion e nella categoria dei -60 kg.

Gaia ha combattuto molto bene, dimostrando coraggio e tecnica di alto livello. A lei vanno i nostri complimenti!

Ricordiamo a tutti che la nostra scuola incentiva l’attività agonistica come momento formativo ed educativo sia negli adulti che nei ragazzi. Proprio per questo, da qualche anno a questa parte, siamo parte di una manifestazione chiamata Absolute beginner. Il nome già lo dice: è una gara dove i principianti assoluti possono scoprire l’emozione della competizione ufficiale assieme ad altre persone del loro stesso livello.
L’Absolute Beginner è rivolto solo alle cinture colorate senza esperienza di gara.
Nella mattinata dello stesso giorno si terrà anche il Big Mag, acronimo che sta per Martial Arts Games, una competizione che si rivolge ai più piccoli, dove potranno cimentarsi in prove ludiche e propedeutiche al nostro sport.
Il prossimo appuntamento con l’Absolute Beginner è per domenica 15 novembre a Rovigo.

Per chi invece è già avviato alla competizione oppure inizia quest’anno, il 6 dicembre presso il palazzetto dello Sport di Dolo (ve) si terrà il primo interregionale Nord Est. Ricordiamo a tutti che per partecipare bisogna essere in regola con il certificato medico agonistico.

Oss

Cerimonia di consegna cinture bambini e ragazzi

Il fine settimana appena trascorso ha visto parte della nostra squadra agonisti impegnata nei prestigiosi Bristol Open, competizione internazionale inglese alla quale partecipiamo da parecchie edizioni ormai.
Vari sono stati i podi dei nostri atleti, giusto per menzionarme alcuni citiamo il secondo posto di Alberto Caniglia e la vittoria di Roberta Cargno nella sua categoria.

Questo post però è per ricordarvi un appuntamento molto importante: la cerimonia di consegna delle cinture per i nostri bambini e ragazzi. L’appuntamento è per il 25 ottobre, a Zero Branco in via Alvaro 1 presso il palazzetto comunale vicino alle scuole medie.
La cerimonia inizierà alle ore 10.00 e si concluderà circa alle 12.00. Invitiamo i genitori a essere lì in anticipo, in modo che i ragazzi possano cambiarsi e disporsi in tempo per la cerimonia.

In questa occasione, consegneremo la cintura bianca ai bambini e ai ragazzi che hanno appena iniziato, per accoglierli nella nostra realtà associativa e iniziare a trasmettere loro i nostri valori.
Nell’occasione, faremo alcune foto e le posteremo all’interno della nostra pagina Facebook Auxe.
Se non avete cliccato Mi Piace affrettatevi a farlo!

Vi aspettiamo numerosi domenica 25 ottobre.

Oss

Ciao Samantha

Samantha Aquilano era una donna forte. E’ stata in nazionale con il nostro M° Marco Ferrarese, e ha vinto quattro titoli del mondo nella categoria dei -50 kg. In nazionale con lei c’erano anche tanti altri atleti che hanno segnato la storia del nostro sport, come Emanuele Bozzolani, giusto per citare un nome.
Samantha era un’atleta completa, energica, abituata a non mollare mai. Quando si è ritirata dall’agonismo ha insegnato ai bambini, che amava. Era mamma di due splendidi bimbi e moglie. Abitava a Trieste, e da poco era entrata a far parte della nostra scuola. Purtroppo Samantha aveva una malattia. Una di quelle che troppo spesso non lasciano scampo. Ma ha continuato a lottare, fino all’ultimo, come era abituata.
Samantha Aquilano ci ha lasciato, e ha lasciato un grosso vuoto in chi l’ha conosciuta.

Siamo vicini alla sua famiglia e ai suoi cari, con un grosso abbraccio.
Le parole però, in questi momenti, servono a poco. I ricordi di più.

Ciao Samantha.

Riprendono i corsi Auxe!

Settembre è il mese in cui i corsi riprendono.
Avvicinarsi al nostro sport o riprendere dopo un periodo di stop è semplice: basta venire in palestra e divertirsi!
Tutte le nostre scuole offrono una lezione gratuita, quindi, cosa aspettate?
Presso le nostre sedi sono i benvenuti sia gli agonisti che gli amatori di tutte le età e livelli.
Quest’anno, oltre ai corsi di kickboxing per bambini, ragazzi e adulti, ci sono anche i corsi di pugilato a Oderzo e Ponzano Veneto e di MMA a Scorzè.
Qui di seguito vi presentiamo la lista delle nostre scuole, per gli indirizzi e i contatti con gli istruttori consultate la nostra sezione Palestre oppure contattateci attraverso la nostra pagina Facebook!

Lista scuole:
- Auxe San Vendemiano, 29 settembre
- Auxe Mestre, 14 settembre.
- Auxe Marghera, 14 settembre,
- Auxe Maerne di Martellago, 15 settembre
- Auxe Scorzè, 8 settembre
- Auxe Ponzano, 8 settembre
- Auxe Mirano kids e adulti 8 settembre
- Auxe Loreggia 8 settembre
- Auxe Oderzo kickboxing, 14 settembre
- Auxe Treviso 7 ottobre
- Auxe Pontelongo martedì 15 settembre.
-Auxe Musile di Piave, 14 settembre
-Auxe San Stino, 14 settembre
-Auxe Zero Branco, 15 settembre kids e junior

Venite a trovarci, la prima lezione è gratuita!

Europei Juniores, Gaia Visentin campionessa europea!

Tre atleti dell’Auxe, Anita Salvalaio, Gaia Visentin e Alberto Caniglia, quest’anno sono entrati a far parte della nazionale juniores Wako.
In questi giorni sono stati in Spagna, nella magnifica San Sebastiàn, a disputare i campionati europei.
Oggi Gaia Visentin ha vinto il titolo europeo imponendosi sull’avversaria per 13 a 3.
Anita Salvalaio conquista un bronzo uscendo in semifinale contro una forte atleta russa e Alberto Caniglia va fuori ai quarti dopo aver dato davvero tutto contro un ragazzo irlandese.
I nostri ragazzi ancora una volta si sono dimostrati all’altezza di una sfida molto importante e la preparazione portata avanti con costanza e dedizione ha dato i suoi frutti.
Con loro c’era Roberta Cargno, la nostra pluricampionessa che per qualche giorno ha indossato i panni da coach.

Tutti e tre i nostri juniores meritano i nostri complimenti, quindi fatevi sentire sulla nostra pagina Facebook lasciando un commento!
Bravi ragazzi!

Oss

10 domande a…Fabio Cantoni

Fabio Cantoni è una persona straordinaria nel vero senso del termine: fuori dall’ordinario.
Oltre a essere da anni un amico di molti noi dell’Auxe, Fabio è uno dei tecnici più preparati e qualificati in circolazione, un uomo che ha dedicato maggior parte della sua vita allo sport e allo studio. E’ insegnante di educazione fisica, diplomato Isef con il massimo di voti ma questo è solo l’inizio di un curriculum sportivo eccezionale: è Cintura nera 3° dan e allenatore di judo FIJLKAM, Cintura nera 1° dan e allenatore di jujitsu WJJKO, Allenatore Nazionale di atletica leggera FIDAL, Maestro di pesistica FIPCF, Istruttore di nuoto FIN con brevetto MIP di salvamento, Allenatore di pallamano FIGH, Istruttore giovanile di ginnastica artistica FGI, Istruttore Centri Avviamento allo sport CONI. Come se non bastasse, da atleta ha praticato judo, atletica leggera, sci alpino, sollevamento pesi.
Come allenatore e preparatore atletico ha seguito atleti di livello nazionale e internazionale in atletica leggera, judo, kickboxing, scherma, sci alpino e nordico, pallavolo, pallacanestro, calcio, calcio a 5, sollevamento pesi, pallamano, ciclismo.
Dal punto di vista umano, chi ha avuto occasione di parlare con lui ha potuto apprezzare la sua grande disponibilità e cortesia, oltre a una grande conoscenza frutto di una preparazione impeccabile
Abbiamo approfittato delle sue conoscenze e della sua disponibilità per sottoporlo al fuoco incrociato delle nostre domande, modificate leggermente affinchè tutti i lettori di questa rubrica potessero trarre dalle sue risposte il massimo beneficio.
Speriamo presto di avere modo di approfondire alcuni aspetti con lui, in modo particolare sulla preparazione atletica.

1. Come ti sei avvicinato agli sport da combattimento?
Nel 1972 in seconda elementare venne organizzato un corso a cadenza settimanale di judo dalla scuola. L’esperienza fu affascinante e coinvolgente anche per la guida del mio primo Maestro, il compianto Katsuyoshi Takata Sensei 9° dan del Kodokan di Tokyo del quale serbo un ricordo meraviglioso e un’inestimabile amicizia. Da allora gli sport da combattimento sono stati sempre fedeli compagni che mi hanno seguito nel mio cammino sportivo. L’incontro con il prof. Michele Surian mi ha poi aperto il mondo della kickboxing nei suoi vari aspetti e mi ha regalato contemporaneamente un “fratello” che mi ha fatto conoscere ottime persone e ottimi atleti. Sono stato anche uno dei primi praticanti di Sumo sportivo in Italia sotto la guida del Maestro Pierluigi Comino 7° dan di judo, altra persona che stimo moltissimo.

2. Praticare questo sport ti ha insegnato anche qualcosa da poter applicare alla vita di tutti i giorni?
A non mollare mai, a pensare che quando senti di avere esaurito le tue energie, forse sei al 50% del serbatoio. Mi ha insegnato che tutti hanno qualcosa da condividere, bella o brutta che sia: sta a te pazientare, osservare, ascoltare, capire e poi valutare volta per volta se qualcosa che hai imparato può servirti in una data situazione.

3. Un atleta al quale ti sei ispirato.
E’ uno sciatore austriaco degli anni 80, Harti Weirather, vincitore della Coppa del Mondo di discesa libera nel 1980 e dei Campionati Mondiali di discesa libera di Schladming nel 1982. Lavoro, sudore, fatica, allenamento, preparazione tecnica e atletica, la giusta modestia e un simpatico sorriso erano aspetti peculiari di questo atleta che, in un adolescente come lo ero io allora, avevano fatto breccia.

4. Chi reputi sia l’atleta più rappresentativo del tuo modo di vedere lo sport?
Riprendendo i concetti espressi precedentemente mi piace citare Filbert Bayi, tanzaniano primatista del mondo del miglio e argento olimpico sui 1500 a Mosca nel 1980 che diceva : “I record del mondo sono come le camicie, chiunque può averne una se lavora per averla”. Certo che al giorno d’oggi è fondamentale lavorare usando le nuove metodologie.

5. Perché, secondo te, la preparazione atletica riveste un ruolo così importante negli sport da combattimento? Arti marziali e pesi vanno d’accordo?
Al di là di un semplice miglioramento della performance penso che la preparazione atletica permetta di entrare in sintonia con un atleta in modo da poter gestire i difficili momenti della periodizzazione dell’allenamento in modo più completo e approfondito. A volte è utile per superare situazioni di “blocchi mentali” che spesso gli atleti si trovano ad affrontare sotto l’aspetto tecnico e tattico. Oltre a ciò trovo la macchina umana veramente un gioiello insuperabile e quindi cercare di metterla “a punto” al meglio rappresenta sempre una sfida affascinante da affrontare. Per quanto riguarda l’utilizzo dei sovraccarichi, siano essi a carico naturale che pesi, sono convinto che siano utili tenendo sempre presente le domande che reputo un allenatore debba sempre porsi: cosa voglio allenare, perché lo voglio allenare, come lo devo allenare. Questo è comunque un argomento molto complesso che, se la cosa fosse gradita, potrei approfondire in futuro sul Vostro sito.

6. Cosa vuol dire essere una cintura nera?
Significa avere iniziato un percorso di crescita e continuarlo sapendo che puoi essere un esempio e un riferimento sportivo ed educativo costante per molte persone. Comunque anche se dovessimo essere un esempio anche solo per una persona, la responsabilità resta grandissima. Anche per questo ho scelto il mestiere dell’insegnante.

7. Qual è stato il momento più bello vissuto da atleta?
La vittoria in un torneo di judo internazionale al rientro dopo 8 mesi di recupero per una brutta frattura al gomito sconfiggendo il campione italiano di categoria in carica.

8. Il più brutto invece?
Seppure ce ne siano stati tanti, ho sempre cercato di sublimarli in positivo in modo da poter ripartire con maggiore energia di prima, per cui, alla fine dei conti, non sono stati poi così brutti.

9. Hai la possibilità di allenare un atleta a tuo piacimento. Chi vorresti seguire?
Una cosa mi ha sempre incuriosito: avere avuto la possibilità con le mie esperienze attuali di allenare me stesso da giovane. Chissà cosa sarebbe successo!

10. Per chiudere, vorresti ringraziare qualcuno?
Tutti coloro che mi hanno fatto crescere confrontando le loro idee con le mie. Tutti coloro ai quali sono riuscito a trasmettere qualcosa. Un pensiero particolare a mia moglie Sonia che mi ha sempre spronato a dare il meglio e che mi ha sempre sostenuto quando si doveva “ripartire” per una nuova avventura nello sport e nel lavoro.

Esito esami

A causa di alcuni problemi tecnici ci hanno segnalato che alcuni file non si riuscivano a vedere e che alcuni campi erano vuoti.

Scusandoci per l’inconveniente ripubblichiamo tutti i file.

ESAMI JUNIOR 09-07-15 ok

ESAMI JUNIOR CITY CAMP 2015

ESAMI PICCOLI CITY CAMP 2015

Leggere è una cosa da duri Summer Edition

Cari Duri e Dure,

in questa calda estate con le vacanze alle porte o alle spalle, c’è bisogno di un buon romanzo per allenare anche la mente, oltre al corpo. La stagione agonistica è alle porte, il Summer Camp si è concluso e nell’Auxe abbiamo dieci nuove cinture nere.
Che siate tra quelli che sudano (anche) in palestra per prepararsi al meglio a raggiungere i propri obiettivi agonistici o che stiate recuperando le energie per tornare carichi a settembre, desidero consigliarvi qualche titolo da portare con voi.
Un po’ di potassio e magnesio sotto le mentite spoglie di carta stampata.

Romanzo numero uno:
Il Canto degli Innocenti, di Piergiorgio Pulixi, edito da E/O edizioni.
Abbiamo già avuto modo di ospitare all’interno della nostra rubrica i libri di Piergiorgio, e lo facciamo ancora una volta volentieri.
Il Canto degli Innocenti è una storia cruda di giovani assassini, e i loro crimini attirano l’attenzione di un poliziotto sospeso e tormentato da un oscuro episodio del suo passato.

Romanzo numero due:
Cucciolo d’Uomo-La promessa di Mila, di Matteo Strukul, E/O edizioni.
Altro autore ospite in passato di Leggere è una cosa da duri, Strukul ritorna con questo romanzo da non perdere per gli amanti del pulp. La killer Mila deve proteggere un bambino dalle minacce di un’organizzazione criminale e portarlo a Berlino. Stile di scrittura ricercato e action a profusione.

Romanzo numero tre:
La Banda degli Amanti, di Massimo Carlotto, E/O edizioni.
Il maestro del noir sale in cattedra ancora una volta con una storia che non si abbandona fino all’ultima pagina.
L’Alligatore alias Marco Buratti stavolta ha a che fare con un nemico molto tosto: Giorgio Pelligrini.
In un susseguirsi di eventi che tengono il lettore appiccicato alla storia come un pugile in clinch contro l’avversario, l’Alligatore dovrà combattere una battaglia che metterà a dura prova lui e i suoi inseparabili compari Beniamino Rossini e Max la Memoria.

Romanzo numero quattro:
The Fighter, di Craig Davidson, edizioni BD.
Un classico figlio di papà, dopo una rissa in cui ne prende una carriola, decide di cambiare vita e finisce nel mondo dei combattimenti clandestini. La sua strada incontrerà quella di Rob, un ragazzo con un zio ex pugile e il padre panettiere.
Davidson dimostra di saperne parecchio sia sul mondo del pugilato e delle arti marziali, sia sulla scrittura.
Tosto, tosto e ancora tosto.

Su, su, carta, penna, segnatevi i titoli e andate in libreria!

by Stefano Cosmo

Risultati esami di passaggio di cintura kids e junior

Dopo i risultati degli adulti, pubblichiamo anche quelli di kids e junior.

Sono relativi alle sessioni di esame tenutesi durante il city camp e anche durante la sessione di luglio.

ESAMI JUNIOR 09-07-15

ESAMI JUNIOR CITY CAMP 2015

ESAMI PICCOLI CITY CAMP 2015

OSS

Risultati esami passaggio di cintura e summer camp 2015

Per chi non li avesse già visti esposti in palestra, pubblichiamo qui sotto i risultati degli esami di passaggio di cintura del mese di luglio.

Esito esami ESITO ESAMI

Domani inzierà il Summer Camp Senior a Piani di Luzza, come da tradizione.

Gli ospiti saranno tanti e l’allenamento anche. Il ritrovo estivo in montagna per noi è diventato un appuntamento fisso per mettere al punto la preparazione e migliorarsi in vista degli importanti appuntamenti internazionali che si terranno nei prossimi mesi.

Inoltre, domenica 9, ci saranno gli esami per entrare a far parte della comunità delle cinture nere, lo step finale prima di un altro grande inizio.

Vi aspettiamo!

Oss

Esami di passaggio di cintura.

Giovedì si sono tenuti gli esami di passaggio di cintura.
Molte atlete e atleti hanno partecipato per la prima volta, altri hanno fatto un ulteriore passo verso la cintura nera.

A tutti loro vanno i nostri complimenti per essersi allenati con costanza e dedizione.

A breve pubblicheremo i risultati degli esami sul sito, quindi continuate a seguirci!

Il prossimo appuntamento con gli esami sarà la sessione di agosto rivolta a chi deve fare il grande passo per entrare a far parte della comunità delle cinture nere dell’Auxe.
I candidati dovranno sostenere l’esame più duro e lungo per arrivare poi a un nuovo inizio.

Le nostre attività come avete visto non si fermano.
La squadra agonisti, nonostante il caldo africano continua ad allenarsi in vista dei prossimi appuntamenti della stagione agonistica. Lo fa con entusiasmo e dedizione, sotto la supervisione dei M° Surian e Ferrarese.

Seguite e incoraggiate i nostri ragazzi, stanno crescendo e con loro cresciamo anche noi!
La nostra squadra agonisti è aperta a chiunque volesse iniziare a gareggiare, grandi o piccoli.

Per incentivare e imparare sempre nuove cose organizziamo spesso attività e stage. Uno di questi è il Summer Camp Senior, rivolto agli adulti. Si terrà a Sappada dal 5 al 9 agosto e avremo il piacere di imparare da istruttori di prima scelta come Bruno Campiglia, Davide Morini e i nostri M° Michele Surian e Marco Ferrarese.

Vi ricordiamo di cliccare “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e, se avete Instagram, cercateci, siamo anche lì!

Oss

← Pagina precedentePagina successiva →

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie